COP26, COSA SUCCEDE AL SETTORE DELL’AUTOMOTIVE?

Novembre 17, 20211 min


L’ACCORDO

Si è appena conclusa la COP26 di Glascow sancendo obiettivi e impegni mondiali per la preservazione del nostro Pianeta.

Tra i numerosi temi trattati, i leader del settore automotive si sono schierati circa lo stop, entro il 2040, della produzione di veicoli con motore endotermico a favore di un’elettrificazione totale del settore.

Diversi costruttori non sono però d’accordo sulla fine del motore a combustione interna e hanno deciso di non sottoscrivere l’accordo.

LA DIVISIONE

Se da una parte Volvo, Ford, GM, Mercedes-Benz, la cinese BYD e Jaguar Land Rover hanno dichiarato con convinzione la loro completa adesione al progetto, molti costruttori hanno evidenziato diverse obiezioni riguardo la possibilità di rendere l’intero mercato dell’automobile elettrico.

Per i costruttori il problema maggiore risiede, più specificamente, nelle diverse velocità di sviluppo dei vari mercati e nell’impatto economico della transizione verso i veicoli a zero emissioni.

L’IMPEGNO

Nonostante ciò, l’impegno delle Case automobilistiche per elettrificare e decarbonizzare, anche in vista della definizione delle severe normative Euro 7, non è affatto in dubbio, anzi.

I costruttori hanno in programma difatti investimenti su veicoli elettrici e batterie per oltre 445 miliardi di euro fino al 2030, quasi il doppio rispetto a quanto calcolato da un’inchiesta della Reuters appena tre anni fa.

Se da una parte il rinvio di un futuro vicino a zero emissioni da parte dell’automotive ha dunque sollevato diverse polemiche, la Cop26 si chiude con l’impegno collettivo nel EV del presente aspettando le infrastrutture adeguate e un mercato ricettivo.

Gali si impegna in prima linea proponendo prodotti Smart, efficienti e sicuri in grado di facilitare la transizione verso un futuro green a sostegno dell’utilizzatore e dei costruttori dell’auto.


Vuoi essere aggiornato su ogni nuovo articolo del nostro blog? Non perderti le novità più utili sul mondo delle auto elettriche e iscriviti qui sotto alla nostra newsletter!